martedì 22 luglio 2014

Tributo alla memoria del comandante partigiano Dante Castellucci "Facio"



In questi tempi, nei quali il totalitarismo "democratico" dei paesi occidentali si spartisce le risorse energetiche ed alimentari del mondo guidato dalle voraci multinazionali dei minerali, dell'energia e degli OGM, le popolazioni che vivono in quei pesi (USA, EUROPA) si ritrovano sempre più impoverite e costrette a competere reciprocamente per garantirsi occupazioni mal retribuite e prive di alcuna garanzia salariale o sanitaria. Sopratutto in Europa i governi favoriscono politiche di emarginazione di nomadi ed immigrati che talvolta diventano pulizia etnica e contemporaneamente forze fasciste, xenofobe, omofobe organizzate sotto forma di partito crescono alimentando violenze e omicidi in Grecia ( Albadorada), Italia ( Casapound, Lealtà e Azione e molti altri gruppi), Inghilterra ( U.K.I.P.), Ungheria ( Jobbik), Francia ( Front National ). Per tutte queste ragioni è giusto ricordare oggi, a 70 anni dalla ingiusta uccisione, la splendida e ardita figura del comandante partigiano Dante "Facio" Castellucci.
1944: membro della Banda antifascista fratelli Cervi, fuggì rocambolescamente all'uccisione dei compagni. Non gradito al partito comunista, che lo giudicava fautore di azioni troppo pericolose, viene additato da membri della sezione di Reggio Emilia come "delatore nazifascista" al dirigente Luigi Porcari, con l'ordine di farlo immediatamente uccidere. Porcari di fronte alla fama inconcussa di antifascista combattente di Castellucci e ad un dettagliato resoconto della fuga dagli aguzzini fascisti, decide di non eseguire l'ordine e aggregarlo alla brigata "Picelli" con l'ordine di fucilarlo al primo sospetto. Qui Castellucci assume il nome di  battaglia di "Facio", brigante calabrese. Si distinse ulteriormente per una ardita serie di azioni contro nazisti e fascisti e nel 1944 prende il comando della brigata partigiana "Picelli" e la insedia nell' Alta Lunigiana, dove, il 22 luglio 1944 fu  fucilato da alcuni "compagni" accusato del furto di un rifornimento alleato dovuto ai partigiani. Le accuse si sono successivamente rivelate assolutamente infondate e smentite da copiose testimonianze. Amatissimo dagli stessi partigiani che erano suoi carcerieri rifiutò la facile fuga che costoro gli offrivano.
Ci pare chiaro che permangono pesantissimi dubbi sul coinvolgimento dell'allora partito comunista italiano sulla ingiusta morte di "Facio" Castellucci. Nessuna medaglia al valore potrà mai cancellare l'assoluta indecenza dell'omicidio Castellucci; quindi, politicanti del PD: aspettateci. Noi ci incarichiamo di raccogliere ogni informazione sui numerosi assassinii di partigiani libertari o non fedeli alla linea del P.C.I. occorsi approssimativamente negli anni 1944-60, in merito stiamo preparando un dossier con prove suffragate da testimonianze incontrovertibili.
Non alle celebrazioni dei politici e dei gerarchi di stato, ma ad Anonymous, che, fieramente antifascista libertario antiomofobo anticlericale antirazzista, nemico della violenza poliziesca psichiatrica e di genere, risolutamente impegnato per la legalizzazione delle droghe, combatte l'oppressione di ogni totalitarismo, spetta ricordare il comandante partigiano "Facio" e le sue gesta!

We are Anonymous
We are legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us



partitodemocratico.it DOWN
Nessuna medaglia al valore può cancellare le reponsabilità del PCI per la morte del partigiano "Facio" e dei molti altri partigiani non allineati con le direttive del PCI

http://host-tracker.com/check_res_ajx/14969148-0/
ancora fuori servizio 23/07 ore 19:31 http://www.check-host.net/check-report/4280fd

 


domenica 13 luglio 2014

Mose:barriera illegale che fa acqua da tutte le parti



#MOSE FOR VENICE

A pochi giorni di distanza dall'inchiesta sull'Expo2015, una serie di indagini è partita nell'ambito MOSE.
Questo sistema, volto alla protezione di una delle città più belle del mondo, ha un significato forte nei confronti del pianeta intero: in Italia vogliamo tutelare e proteggere le meraviglie del nostro Paese.
O almeno ci proviamo.
C'è qualcuno, con una personalissima idea di impegno civile, che tende a dimenticarsi di quanto sia importante un progetto per la comunità e piuttosto sta con la mano in tasca, impugnando il portafoglio pronto a ricevere dei soldi.
Si parla di 30 milioni di fatture false, cento indagati, venti arresti effettuati, alti ranghi di fiamme gialle corrotte e 5 miliardi e 496 milioni di euro già garantiti dallo stato. Un'opera così importante, divorata dall'interno da un sistema che prevede un giro di soldi milionario - dallo stato a poche aziende che si sono ingrassate sulle nostre spalle, sui nostri soldi e sul destino di una città dal patrimonio immenso. Lo scopo di accumulare tutti questi soldi? Corrompere per la sopravvivenza del sistema di potere e arricchimento che da sempre è oscuro e funzionante.

We are Anonymous
We are legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us

PRESS ENG

A few days after the investigation on Expo2015,a series of investigations started within MOSE.
This system, aimed at the protection of one of the most beautiful cities in the world, has a strong meaning in relation to the entire planet: in Italy we want to preserve and protect the wonders of our country.
Or at least we try.
Is there anyone with a personal idea of ​​civic engagement, which tends to forget how important a project for the community and rather stands with his hand in his pocket, holding the portfolio ready to receive the money.
There is talk of 30 million fake bills, a hundred suspects, twenty arrests, the higher ranks of yellow flames corrupt and € 5 billion and € 496 million already guaranteed by the state. Work so important, devoured from within by a system that provides a tour of millionaire money - state a few companies that are fattened on our shoulders, on our money and the fate of a city with a huge heritage. The purpose of accumulating all this money? Bribing for the survival of the system of power and enrichment that has always been dark and running.
More: https://en.wikipedia.org/wiki/MOSE_Project

We are Anonymous
We are legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us

domenica 22 giugno 2014

#EUSEW2014 Oggi inizia il marketing dell'energia


EU Sustainable Energy Week HACKED!!!
#EUSEW2014
 (Europe Commission initiative in Bxl from 23-27 June 2014, 1-30 June across the EU.)
operation initiative to encourage real #sustainable #energy
more than 10.000 accounts from companies and governments
fullname,function,email,telephone,password

WorldBank, Bayer, ExxonMobil, Enel, Edf, GE, Shell, BP, Eni, Nokia, Intel...e molti altri.

Hacked List:
https://docs.zoho.com/file/egrja2d5495484a724a05a2495e9e73f81dcc (filetype .csv)
https://docs.zoho.com/file/egrja900ddc3ea08942d992eee71fc6b9f024 (filetype .ods)
 DOWNLOAD:
https://cdn.anonfiles.com/1403546269644.txt



PRESS ITA
Questa operazione vuole sottolineare l'ipocrisia e la falsità dei potenti d'Europa che oggi apriranno i lavori della settimana dell'energia sostenibile.
L'evento è organizzato dall'unione europea tuttavia sottolineiamo che la lista di account che abbiamo trafugato dai database del sito "www.eusew.eu" mostrano che sono anche coinvolte voraci aziende distruttrici degli ecosistemi, si tratta ad esempio di: Bayer, Dow, ENEL, EDF, GE, SHELL, BP, ENI, Nokia, Intel per fermarci solo alle più note. E' provato anche il coinvolgimento del WWF e della banca mondiale. Adesso grazie a questa azione ognuno può verificare di persona quanto riportato nelle righe precedenti, è sufficiente scaricare i dati pubblicati e svolgere una ricerca per nome riguardo ad ognuna delle industrie o dei gruppi sopra citati; in ciascun caso si riscontrerà che vi sono molti account di dirigenti di vario livello corrispondenti ad ognuno di essi. Con il sistema appena citato è possibile anche evidenziare il coinvolgimento di membri più o meno influenti dei ministeri dell'ambiente di tutta Europa. Il sito colpito è quello gestito dagli organizzatori della settimana dell'energia sostenibile, quindi il fatto che un certo nome ad esempio quello di un'industria compaia nella lista da noi riportata significa che gli organizzatori dell'evento tengono contatti regolari con l'industria suddetta. Invitiamo, inoltre, ogni essere umano a cercare  
di decodificare le passwords criptate riportate a destra della tabella pubblicata e ad utilizzarle per tentare di immettersi nei database dei governi e delle industrie, così facendo eserciterai al meglio il tuo diritto alla libera informazione.
Quindi il sito "www.eusew.eu" non è altro che il volto ingannevole fatto di buoni propositi e belle parole dietro cui si cela il comitato d'affari delle aziende che deturpano la natura e gli esseri umani in nome del vile denaro.
Evidentemente nessuno dei soggetti coinvolti ha la dignità morale per poter parlare della difesa degli ecosistemi e della sostenibilità energetica. Per mostrare la verità di questa affermazione non è necessario trafugare alcun dato segreto, infatti la storia parla chiaro, ed è una storia di infami sopraffazioni.

Ne citiamo alcune:
1-Bayer: da qualche anno sta producendo neonicotinoidi per rendere le piante coltivate resistenti agli insetti e ciò sta provocando la moria di api in tutto il mondo.
E' necessario ricordare che nel caso in cui gli insetti impollinatori si estinguessero, la produzione agricola si rivelerebbe impossibile generando una carestia mondiale.
Inoltre negli anni '80 Bayer ha consapevolmente commercializzato il prodotto "FACTOR 8" per emofiliaci, pur sapendo che esso era contaminato da HIV ciò ha provocato la morte di milioni di persone.
2-Dow:Citiamo l'abominevole sterminio provocato negli anni '80 dall'esplosione dell'impianto di Bopal in India che provocò centinaia di migliaia di vittime investite da nubi tossiche.
3-ENEL: Citiamo il caso della centrale nucleare di Mochovce, che come provato da una nostra precedente operazione, la cui veridicità è stata confermata anche da greenpeace, a costruito una centrale nucleare con materiali scadenti, secondo standard di sicurezza degli anni '50 ( mancanza del doppio muro di contenimento  per il materiale radioattivo), e usufruendo di operai assolutamente non qualificati. I documenti compromettenti che provano tutto ciò sono stati manipolati per conto di ENEL.
Riportiamo inoltre che ENEL gestisce impianti di generazione elettrica in tutta Europa che spesso bruciano materiali tossici, come nel caso di TorreValdaliga dove viene usato carbone contenente residui solforosi che cadono al suolo sotto forma di piogge cariche di acido solforico.
4-EDF: Tra le sue varie attività citiamo le numerose centrali nucleari francesi che producono cancri di vario genere e distruggono la fauna ittica dei fiumi immettendovi acqua calda e radioattiva. Si tratta di impianti obsoleti, ma per garantire l'uranio che è necessario al loro funzionamento il presidente francese Francois Hollande non ha trovato niente altro da fare che invadere un inerme paese africano per meglio depredarne il sottosuolo ricco di uranio.
5-GE: Citiamo il disastro nucleare di Fukushima ricordando che la tecnologia dell'impianto era fornita da General Electric.
6-Shell: Ricordiamo le vostre attività estrattive nel Delta del fiume Niger che hanno contaminato con il petrolio una magnifica area naturale costringendo i pescatori alla miseria, costretti per sopravvivere a rubare il "vostro" petrolio forando le condutture, a rischio delle loro vite.
7-BP: Citiamo il disastro dell'aprile 2010 quando la piattaforma di estrazione petrolifera di Deepwater Horizon affondando provocò il successivo inquinamento dell'intero golfo del Messico, un'area tuttora devastata dove la moria della fauna marina ha ormai ridotto in miseria i pochi pescatori superstiti.
8-ENI: Anche essa implicata nello sfruttamento petrolifero nel Delta del Niger e quindi responsabile delle stesse nefandezze di BP. Segnaliamo inoltre un incidente analogo a quello di BP nel golfo del Messico occorso alla piattaforma petrolifera Enel offshore "Perro Negro" in Congo.
9-WWF: è parte della tavola rotonda RTRS per la produzione sostenibile di soia e di un'altra analoga per la produzione sostenibile di olio di palma. Si tratta in realtà di comitati d'affari che riuniscono le grandi multinazionali che distruggono la natura con i pesticidi e gli OGM ( Monsanto,Syngenta,Bayer,Cargill,Dow etc...) assieme al WWF che si impegna a certificare la natura eco-sostenibile degli alimenti così prodotti. Il fine di queste due associazioni è quello di promuovere l'immagine delle citate multinazionali e coordinare gli investimenti per comprare enormi appezzamenti di terra da coltivare in tutto il mondo. Si tratta spesso di aree boschive distrutte insieme agli animali che le abitavano per fare posto alle colture. è questa la sorte occorsa a buona parte della foresta del Borneo distrutta insieme agli orango-outans.
10-Nokia: E' coinvolta nella guerra scoppiata in Congo nei primi anni del 2000 come prova un'inchiesta ONU. Infatti incurante delle condizioni e dei metodi di estrazione del Coltan, in quel periodo Nokia ed altre industrie produttrici di cellulari e computer aumentavano enormemente la richiesta del su citato minerale necessario per la fabbricazione di componenti.
Ciò provocava la prima di una interminabile serie di guerre coinvolgenti numerose bande armate dedite al saccheggio del coltan estratto da poveri minatori congolesi colla sola forza delle loro braccia. Un lavoro disumano a contatto per almeno 12 ore al giorno col coltan, materiale di provata radioattività.
Il bilancio di questa prima guerra civile congolese è di circa un milione di vittime.

Con queste poche righe abbiano ricordato ad ogni persona la ignominia dei grandi gruppi multinazionali di parassiti spregiosi dell'uomo e della natura che con l'aiuto e la complicità dell'Unione Europea daranno avvio, oggi, alla settimana della energia sostenibile.
Potenti delle industrie e dei governi d'Europa con questa ennesima operazione di marketing non potete ingannare Anonymous ed OperationGreenRights, sotto le luci variopinte del sito www.eusew.eu
il lurido marchio dei vostri nomi, sinonimo di spietato sfruttamento, sono fin troppo visibili. Bayer, Dow, ENEL, EDF, GE, SHELL, BP, ENI, Nokia, Intel avete commesso crimini contro l'umanità e di essi dovete rispondere di fronte all'Umanità tutta, perciò non avete alcuna autorità morale per dare lezione al mondo sulla sostenibilità energetica o ambientale.
Il vostro unico interesse è evidentemente quello di arricchirsi il più possibile senza curarsi di alcuna conseguenza ambientale, quindi non avete alcuna credibilità quando sostenere di incentivare nuove forme di produzione energetica alternative al petrolio ed all'uranio. Anonymous vuole invece rifarsi ad uomo geniale, uno scienziato dotato di un così fulgido intelletto, che al suo cospetto le menti abiette avvelenate dal profitto di voi usurpatori dei governi e delle industrie a stento meritano di esser chiamate "umane": si tratta di Nikola Tesla. Citiamo una sua frase: "ognuno può disporre di risorse energetiche gratuite. L'energia elettrica è presente ovunque in quantità illimitate e può supportare
l'industrializzazione mondiale senza carbone, petrolio o gas". E aggiungiamo noi "senza uranio".
Ebbene nel nome di questa grande mente e del suo animo non assoggettato all' immondo profitto noi malediciamo la cricca criminale dei vili usurpatori degli stati e delle industrie loro alleate!

We are Anonymous
We are legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us
You should have expected us.

venerdì 13 giugno 2014

#FIFA2014 #OpMundial2014 #Anonymous Messaggio a Dilma Rousseff


DDoS on policiamilitar.sp.gov.br #TANGODOWN 13/06/2014 ancora fuori servizio



PRESS ITA
Dilma Rousseff: sostieni che il tuo è il partito dei lavoratori ma in realtà non sei altro che il capo di una cricca di parassiti al servizio dei potenti e delle industrie. Stai praticando la pulizia etnica sia verso i poveri del Brasile sia verso le popolazioni indigene della foresta Amazzonica. Sei così ignorante che neanche ti accorgi di essere nazista, nella tua stupidità sei ancora convinta di lavorare per il progresso e questo ti aiuta a trovare sempre una scusa per far fare soldi alle multinazionali massacrando i più deboli. Sei convinta e vuoi fare credere al mondo che le mega dighe che devastano la foresta amazzonica e in nome delle quali scacci e massacri i Kayapo e gli altri popoli nativi, siano una cosa meravigliosa, ma non sono altro che sudicia e immonda sopraffazione, ed altrettanto schifoso è il campionato mondiale di calcio in nome del quale stai inviando i tuoi squadroni della morte a uccidere gli abitanti delle Favelas. Dilma Rousseff, vile pagliaccio sanguinario è bene che ti sia chiaro che lo spettacolo del calcio con le prediche narcotiche del papa, non bastano più a fermare la sacra ira funesta del popolo brasiliano. Vogliamo trasporti pubblici gratuiti per tutti, sanità gratuita per tutti, diritto all'abitazione gratuita per tutti, diritto alla conoscenza e alla cultura per tutti, politiche antiproibizioniste sul modello di quelle che Evo Morales ha applicato in Bolivia per la Cocaina. Inoltre esigiamo che le popolazioni native, come prevede l' ONU siano inviolabili, libere di vivere nelle loro terre e di difenderne l'ecosistema. Un' altra cosa ti deve essere chiara: il fronte degli oppressi che unisce insieme le popolazioni indigene della foresta amazzonica, gli abitanti delle Favelas, i lavoratori sfruttati e l'industria dell'agricoltura, Anonymous e le più alte personalità del movimento anarchico, socialista, libertario, conseguirà da solo tutti gli obbiettivi citati con le buone o con le cattive.
Noi, di fronte alla tua spregevole oppressione non ci vergognamo di amare e realizzare la rivoluzione!

We are Anonymous
We are legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us

lunedì 5 maggio 2014

#Ilva Hacked again! dati estratti da posta privata



I colpevoli hanno avvelenato le coscienze e i corpi di chi è stato costretto a vivere per lavorare; hanno tarpato le ali a settori  occupazionali che avrebbero altrimenti trovato una rigogliosa espansione; hanno obbligato gli abitanti di un' intera città a respirare la tossicità  dell'accumulazione del Capitale sprezzante dei Diritti Umani. 
Siamo vicini alle famiglie di chi si è spento, avvelenato dalla sete incondizionata di vili profittatori.
Siamo  vicini a chi ancora lotta per sopravvivere e trascina ogni giorno la  sua malattia, messo spalle al muro da uno Stato che copre la sua sporca  coscienza con miseri indennizzi, e dietro le quinte stringe loschi accordi con i padroni.
Disprezziamo  l'operato di chi, con i propri tentacoli, ha elargito ricatti  lavorativi e seminato menzogne cavalcando accordi e deroghe in barba alle leggi sulle emissioni: lucrare sulla pelle dei Cittadini, trincerandosi dietro protocolli d'intesa e burocrazia, è una forma di  criminalità legalizzata.

We are Anonymous
We are Legion
We do not Forgive
We do not Forget
Expect Us


LEAKS
rivagroup.com WEBMAIL
 (Allegati + EMAIL.txt) 100MB

 (Screenshot Email tratte da account @rivagroup.com ) 6MB

Per poter scaricare i files è neccessario usare VPN, un proxy o Tor, in quanto dopo la nostra Op Polizia del 2012, Anonfiles è stato censurato dall'Italia. Potete leggere questa guida per bypassare la censura 





domenica 20 aprile 2014

Contro l'OLT OffShore per il diritto all'abitazione gratuita



Mentre gli individui stentano a sopravvivere, schiacciati dalla logica del merito e del profitto che li costringe a prestare la propria opera per un compenso irrisorio o rischiano addirittura l'indigenza poiché disoccupati, le amministrazioni comunali non sono in grado di garantire diritti che dovrebbero essere inviolabili e gratuiti, come ad esempio l'abitazione, anzi, pretendendo la riscossione puntuale delle tariffe per luce gas ed acqua, trasformano in morosi e poi in senza tetto migliaia di lavoratori e lavoratrici sfruttati e sottopagati.
Tutto ciò assume i netti caratteri di un disegno criminale qualora i comuni riversino sulle citate tariffe i costi dovuti a opere devastanti, inutili e realizzate in aperta violazione della volontà dei cittadini.



Questo è il caso del rigassificatore di Livorno. Si tratta di un eco-mostro strutturalmente non sicuro; un opera che inquinerà ulteriormente l'area marina chiamata eufemisticamente "santuario dei cetacei", ma nel quale, causa della contaminazione dovuta alle industrie pesanti (acciaieria Lucchini, industria chimica Solvay, raffineria Stanic) ed all'abbandono di bidoni contenenti rifiuti tossici sui fondali, i cetacei muoiono a decine. Il rigassificatore è inoltre stato costruito senza mai consultare gli abitanti di Livorno con un referendum, anzi,ignorando le loro giuste proteste.



Ebbene,le parole del presidente dell’Autorità per l’energia e il gas Guido Bortoni,confermano che il rigassificatore quasi sicuramente sarà definito opera strategica e se ciò accadrà “certamente” genererà oneri in bolletta. Ciò in altri termini significa che tutti e tutte, a partire da coloro i quali sopravvivono con enormi fatiche poco al di sopra della soglia di povertà dovranno pagare il costo di questo immondo rigassificatore,aggiungiamo che lo faranno versando tariffe più alte per servizi (acqua,luce,gas) che dovrebbero esseri gratuiti ed inclusi nel diritto di ogni essere umano di abitare una casa.
Dobbiamo dunque ritenere che con scelte di questo tipo,lo stato dia un incentivo all'abbassamento delle condizioni di vita dei più poveri. Tutto ciò ci appare chiaramente criminale poiché lesivo dell'diritto all'esistenza di milioni di esseri umani.



Sperando quindi di rendere impossibile la riscossione dei tributi mensili (bollette), nella convinzione che ciò vada innanzitutto nello interesse dei poveri/e e degli sfruttati/e, Anonymuos, contrariamente a quanto annunciato in precedenza, ha cancellato l'intero database del recupero crediti e l'archivio storico delle dei pagamenti delle bollette di acqua e gas nell'area di Livorno.



Ci uniamo alla protesta dei comitati che occupano gli immobili sfitti e a tutti coloro i quali lottano contro i rigassificatori.



ASA screenshot images link





21/04/ 02.00 GMT+1 DEFACE: asaspa.it


We Are Anonymous
We are Legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us